Leggi il Testo Tempi modesti Daniele Silvestri. “Tempi modesti” è una canzone di Daniele Silvestri feat. Davide Shorty estratta dall’album “La terra sotto i piedi” (2019). Tempi modesti Lyrics

Daniele Silvestri, La terra sotto i Piedi: CD, Vinile, Streaming Mp3

Testo Tempi modesti Daniele Silvestri Davide Shorty

Ho detto di no E non lo farò Che se per natura La testa l’ho dura Cambiar non si può Ho detto di no

Ho detto di no

Ho detto di sì E voglio così E sono capace Se questo mi piace Di star tutto lì A dire di sì

A dire di sì

Non cambia niente Che tanto è come sempre

Puoi dire quello che vuoi

È stupido, ma efficace Ridicolo, sì, ma audace Il popolo della rete È là, e abboccherà

Ma abbocca già

E infatti, guarda Come scivola via, veloce La logica del “Mi piace” Sembrava finire, e invece Va, ma quanto va

Ma dove va?

Non costa niente E indiscutibilmente

Puoi fare quello che vuoi

E ti consoli pensando che il rischio non c’è E ti diverti insultando chi è meglio di te Che se va bene al ministro, figurati a me…

Dai, facciamoci un selfie col morto al mio tre!

E ti consoli pensando che il rischio non c’è E ti diverti insultando chi è meglio di te Che se va bene al ministro, figurati a me…

Dai, facciamoci un selfie col morto al mio tre!

Al mio tre! Dai, facciamoci un selfie!

Al mio tre! (Ayy, ok, wooh, uno, due, tre)

Bevo il tempo come un sorso d’acqua La lancetta scappa e mi ricatta Quando io la ignoro, lei mi guarda Quando la ritrovo, sembra un’altra Sono sempre pronto quando scatta L’ora di trovarmi faccia a faccia Con questa ignoranza che dilaga Maga che ipnotizza e che minaccia Un ragazzino fischia e poi l’abbraccia Danno vita ad una strana danza Danno e beffa, bella bestia l’ansia Istantaneamente se lo mangia Sputa forma senza la sostanza Intrappolato dentro la sua stanza Esce con il sedativo in tasca

Solo se la connessione casca

Non resta niente E quindi finalmente

Puoi dire quello che vuoi

E ti consoli pensando che il rischio non c’è E ti diverti insultando chi è meglio di te Che se va bene al ministro, figurati a me…

Dai, facciamoci un selfie col morto al mio tre!

E ti consoli pensando che il rischio non c’è E ti diverti insultando chi è meglio di te Che se va bene al ministro, figurati a me…

Dai, facciamoci un selfie col morto al mio tre!

E tanto a te cosa interessa? Tu guarda la mia pasta! Ignora chi protesta! Fai solo un cenno con la testa! Alza il volume della festa! E quando serve una risposta Ammesso mai che sia richiesta Non serve neanche che sia giusta! Come non serve che sia onesta! Basta che sia sempre la stessa! E tu ripetila ogni volta! Tanto a te cosa interessa? Se per la gente che ti ascolta

Puoi dire quello che vuoi…

Testo Tempi modesti

Daniele Silvestri - La Terra Sotto i Piedi
Daniele Silvestri – La Terra Sotto i Piedi
Seguici su INSTAGRAM - FACEBOOK