Nel video di Pazzeska, un’ardente M¥SS si muove super sinuosa in un ambiente total pink dominato da una mortadella gigante, una dimensione fuori dallo spazio-tempo che sembra uscita dall’immaginazione di Sigmund Freud dopo la visione di un film di David Lynch.

Una chiara allucinazione collettiva di Motel Forlanini che si fa reale grazie alla performance di KETA. Fra brusche accelerazioni e improvvisi rallentamenti, il corpo di M¥SS KETA diventa veicolo narrativo dei suoni presenti nel brano, in cui strumenti dal sapore orientale si insinuano nella struttura dei beat. Il risultato èuna canzone quasi ipnotica, una danza del serpente che arriva dal futuro, pronta a risucchiare chiunque l’ascolti in una danza tribale oltre i confini del reale.

Il video mostra la stessa ambientazione della cover di PAPRIKA, il nuovo album di M¥SS KETA in uscita il 29 marzo per Universal Music Italia, già in pre-order su Amazon e in pre-save su Spotifyhttps://amzn.to/2UxXv9g