I Grammy del 2019 ci hanno riservato qualche delusione, ma anche vittore meritate.

Come ogni anno, è arrivato il momento di trarre le conclusioni sulle vittorie riportate qualche giorno fa alla 61esima edizione dei Grammy Awards. Quattro sono le categorie che ci interessano, ossia Best Rap Album, Best Rap Song, Best Rap Performance e Best Rap/Sung Collaboration. Il primo premio è andato a Cardi B e abbiamo già espresso la nostra opinione sul punto in un articolo uscito ieri. Vediamo allora a chi sono andati i grammofoni d’oro negli altri tre casi.

Il Grammy per la Best Rap Song vuole premiare gli autori di un brano, avuto riguardo sia per la musica che – soprattutto – per il testo, o anche la canzone che ha saputo imporsi nella scena musicale. Il primo premio relativo a questa categoria è stato assegnato nel 2004 a Jeff Bass, Eminem e Luis Resto per Lose Yourself. Il 2019 ha visto trionfare Drake che, con God’s Plan, ha sottratto la statuetta ai rapper di King’s Dead, a Eminem (Lucky You), Travis Scott (Sicko Mode) e Jay Rock (WIN). Il brano è stato uno dei best-seller dello scorso anno, avendo raggiunto la #1 nella Billboard Hot 100 e conquistato otto dischi di platino in America. Scelta scontata, ma innegabile l’impatto che God’s Plan ha avuto nel panorama musicale americano.

Il grammofono per la Best Rap/Sung Collaboration va ad artisti che solitamente non collaborano oppure a brani in cui il cantante si cimenta tanto con il rappato quanto con il canto. Il primo premio della storia è andato ad Eve e Gwen Stefani nel 2002 per la loro Let Me Blow Your Mind, mentre quest’anno ha trionfato Childish Gambino con la sua This Is America. Gli altri concorrenti erano Christina Aguilera (feat. GoldInk), 6lack (feat. J. Cole), Kendrick (feat. SZA) e Post Malone (feat. 21 Savage). Vittoria meritatissima e il Grammy avrebbe potuto anche andare a 6lack o a Kendrick.

Infine, la Best Rap Performance premia il rapper che ha pubblicato la canzone migliore dell’anno. La categoria è stata introdotta nel 1989 per poi essere divisa, due anni dopo, in Best Rap Solo Performance e Best Rap Performance by a Duo or a Group; nel 2012, infine, è stata unificata. Il 2019 ha visto per la prima volta un pari merito tra Bubblin di Anderson. Paak e King’s Dead di Kendrick, Future, Jay Rock e James Blake. Gli altri nominati erano Cardi B, Drake e Travis Scott: soltanto gli ultimi due avrebbero potuto ambire al grammofono d’oro insieme ai rapper di King’s Dead e a Paak.

Gambino ha trionfato anche nella categoria Record of the Year, Song of the Year e Best Music Video. Jay-Z e Beyoncé hanno intascato il Grammy per il Best Urban Contemporary Album con il loro Everything Is Love, mentre Pharrell Williams è stato riconosciuto come il miglior produttore di non-classical music.

Cosa ne pensate di queste vittorie? Fatecelo sapere nei commenti!

 

 

L'articolo Grammy 2019: chi ha trionfato nelle categorie rap? proviene da Rapologia.it.