Miglior Album 2018 Banner

Leggi il Testo Ieri l’altro Franco 126. “Ieri l’altro” è una canzone di Franco126 prodotta da Ceri ed arriva a 2 mesi distanza dal successo “Frigobar“. Ieri l’altro lyrics

Testo Ieri l’altro Franco 126

Ci incontravamo in quelle scale ai gradini più in alto Affogavamo i mozziconi in un mare d’asfalto E mi sembra di rivedere i dettagli Ma il tempo aggiunge sempre falsi ricordi Spalla a spalla Ci sentivamo tutto il mondo contro Un’altra alba Altro notturno che abbiamo rincorso Non ammettevi mai di stare nel torto

Ma lo sapevi, te lo leggevo sul volto

E se passo in quella via Sai, guardo ancora in su E mi aspetto che ti affacci Un fischio e scendi giù E certe cose, no, non so spiegarle E forse Dio era girato di spalle Ricordi? Sempre in strada quei giorni A fare le ore piccole per sentirci grandi Quando facevamo a gara di sbagli Chiedevano: “Chi è stato?” e tutti finti sordi E lo sai che mi sembra ieri l’altro Mi suona in testa la tua risata

Come fossi nella stanza accanto

E noi seduti a bere, a guardare il tempo passare E ci sembrava non passasse mai Cercavo soldi nella borsa di mia madre E ci trovavo solo guai, ehi Quei sogni in fondo al sotto sella E i caschi sul manubrio Discutere per ore senza mai arrivare al punto Un cielo scuro e noi a giocare a pallone col muro Facevi il duro, ma con la faccia da sprovveduto E ci dondolavamo su vecchie sedie di legno E stavamo sempre sul punto di cadere E di quei libri perdevamo sempre il segno

Questo silenzio non vuole tacere

E se passo in quella via Sai, guardo ancora in su E mi aspetto che ti affacci Un fischio e scendi giù E certe cose, no, non so spiegarle E forse Dio era girato di spalle Ricordi? Sempre in strada quei giorni A fare le ore piccole per sentirci grandi Quando facevamo a gara di sbagli Chiedevano: “Chi è stato?” e tutti finti sordi E lo sai che mi sembra ieri l’altro Mi suona in testa la tua risata

Come fossi nella stanza accanto

E lo sai che mi sembra ieri l’altro Mi suona in testa la tua risata

Come fossi nella stanza accanto

Testo Ieri l’altro Franco 126