Dopo Te Botè, la cantante/rapper e performer dominicana Didy ha pubblicato da poco un nuovo freestyle sul suo canale YouTube. In questo caso Didy ha scelto di reinterpretare e dare il proprio tocco personale ad un brano che (nella sua versione “originale”, con Cardi B e Bad Bunny) ha ottenendo la certificazione di Disco d’Oro anche qui in Italia.
I Like It (freestyle), questo il nome della traccia, vede Didy protagonista con rime taglienti e balletti irriverenti in una storica location di Milano. Incuriositi, abbiamo deciso di fargli qualche domanda.

Come il mio profilo IG… Soy Didy.
Non so bene chi sono, so cosa voglio.

A tal proposito, recentemente hai pubblicato I Like It. In questo anno hai già proposto 8 freestyle, con relativi video . Cosa rappresenta questa serie?

Come per molti altri cantanti i freestyle sono un buon compromesso. Un modo per esprimersi e per farsi conoscere.
Dietro a questo c’è una storia che però forse non potrò mai dire.

La clip che ti vede protagonista in I Like It è stata girata in Piazzale donne partigiane, cuore della Barona a Milano. Un luogo simbolo per la cultura urban del capoluogo milanese. Come mai questa scelta?

Non conosco troppo bene le vicende storiche italiane… La Barona però, mi piace perché la sento vicina a me.  Un giorno vi farò vedere anche dove sono cresciuta.

Sono molto felice del successo globale della musica latina. Ho sempre sentito questa musica, solo che ora la ascolto insieme al resto del mondo. Il Mamacita ha avuto un impatto tremendo sullo sviluppo di questo sound in Italia e sono felice di vedere che alcuni cantanti italiani sono stati influenzati dal genere.

Penso sia solo l’inizio.

Mentre ascoltiamo i tuoi freestyle e ti seguiamo alle serate Mamacita, dove possiamo restare aggiornati sui tuoi progetti e cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi mesi?

Ovviamente sui miei profili social e quelli di Urbana Latin. Se vi dico ciò che sta per arrivare mi ammazzano.

Se mi volete viva dovete solo avere un po’ di pazienza.