Benvenuti alla puntata numero ventisette di Zoom In, la rubrica in cui faccio accomodare nel salottino virtuale de lacasadelrap.com un’artista per farmi raccontare -traccia dopo traccia – un suo progetto. Il protagonista di questa puntata è il producer e rapper riminese Kd-One che ci racconterà il suo album Va Bene Così. Kd-One, al secolo Lorenzo Cappadone, calsse ’87 – inizia a produrre canzoni nel 2005, ma è solo nel 2014 che rilascia So Cosa Hai Passato: il suo primo album ufficiale. Come produttore ha collaborato con diversi nomi importanti della scena nazionale come Ghemon, Willie Peyote, Claver Gold, Ntò, Moder e Brain. Il 26 giugno ha rilasciato il suo secondo album ufficiale Va Bene Così al quale hanno collaborato – in ordine di apparizione – Dosher, Brattini, Coni, Lince, Willie Peyote, Irol e Fadamat.

Dopo questa breve introduzione lascio la parola, ringraziandolo, a Kd-One. Buona lettura e buon ascolto!

01. Va Bene Così
“Va bene così” è una delle tracce più importanti del disco, la traccia che dà il titolo a tutto. L’ho scritta in un momento in cui mi sentivo un po’ solo nella mia città, era inverno e Rimini era fredda tanto quanto il mio stato d’animo.

02. Tiro A Indovinarci feat. Dosher
È una delle tracce che ho scritto più recentemente, il beat l’ho buttato giù in un pomeriggio e il sample principale è di un vecchio disco di Jobim, regalatomi da mia nonna. Il rap è venuto abbastanza da sé, Dosher mi sembrava perfetto per accompagnarmi sulla traccia e poco prima dell’uscita del disco ha chiuso la sua strofa.

03. Random
Una traccia che ho pubblicato su YouTube circa due anni fa, l’ho remixata e ri-masterizzata per l’occasione; il video è uno dei più interessanti che sia mai riuscito a chiudere e per questo devo ringraziare in particolar modo Alessandro Spadoni, regista e ideatore di tutto.

04. #Frasicolcancelletto feat. Brattini
Questa traccia è un omaggio al mondo delle promozioni sul web e agli hashtag. Ho “schitarrato” quel giro di accordi e ci ho messo delle drumz, ma non mi gasavano particolarmente così ho chiesto aiuto al mio fidatissimo socio MPE, che con la sua mortale MPC mi ha passato gli stampz di un groove perfetto. Brattini ha cacciato una strofa potentissima, spero di riuscire a girare un super video prima o poi! Avrei già delle ottime idee a riguardo.

05. Amo/Odio
È una traccia abbastanza vecchia ma che porto live da una vita, abbastanza d’impatto e che dal vivo ha sempre strappato qualche sorriso. Esprime tanto di me, tante mie certezze e tanti dubbi allo stesso tempo, cose che amo e odio e che alla fine si equilibrano.

06. Il Resto
È la traccia in cui mi sono messo più a nudo, ho raccontato quel che mi è successo nell’ultimo periodo, un periodo in cui ho fatto i conti col resto delle cose a cui penso e non penso. Ho parlato di Coni, un amico che ora non c’è più e a cui devo tutto quello che sono oggi; l’amico che mi ha dato le prime informazioni su cos’è l’Hip Hop in Italia, cos’è il rap, che mi ha fatto sentire i primi dischi, conoscere i primi rapper. Il beat di “Non Ho Voglia” è suo.

07. Non Ho Voglia
Beat prodotto da Coni, un giorno mi passò una cartella con dei beat, all’interno c’era questo file nominato “pengroove5”. Ho subito pensato che fosse una figata e che avrei potuto fare qualcosa di veloce, ma dato che ero nel periodo di positivo/negativo, più/meno, amo/odio, ho pensato di scrivere di qualcosa di triste tipo la mia svogliatezza e le mie sfighe; sempre in tono autoironico e divertente però. Per continuare il contrasto tra tutto ho scritto quello che poi è diventato “Non Ho Voglia”, la traccia forse più particolare del disco.

08. Tra Sacro E Razionale
In origine sarebbe dovuta essere la title track del disco. Sono una persona alla continua ricerca dell’equilibrio, e l’equilibrio tra cuore e mente mi ha sempre affascinato; trovavo interessante legare questo tipo di discorso alla realizzazione e al successo delle persone, per questo ho scritto questo pezzo. La ciliegina sulla torta penso siano stati i take di sassofono gentilmente offerti da Stefano Bedetti, un sassofonista molto talentuoso che ho la fortuna di conoscere di persona.

09. Non Mi Fanno Passare feat. Lince
È nata circa 3 anni fa, aveva un beat completamente diverso prima, fatto tutto con i suoni dell’ms20, un synth che uso spesso per le mie produzioni. Parla di opportunità artistiche in Italia e di meritocrazia, e dato che mi sono sempre sentito parecchio sottovalutato in questo ambiente ho voluto invitare sulla traccia un’altra persona sottovalutata quanto me; Lince era perfetto e infatti mi ha dato una strofa pazzesca.

10. Abyxus
L’abisso, ovvero la mia eterna lotta tra il fare musica per me o per gli altri; a volte ci cado dentro e mi lascio trasportare fino a fondo, spesso invece sto in superficie con la gente comune. Non riesco mai a decidere quale fazione scegliere e resto sospeso tra il sopravvivere e l’annegare. Il beat è il primo che abbia mai fatto fisicamente insieme a MPE, ha dato via al progetto XTRBTZ.

11. Suoni Compressi feat. Willie Peyote
Come quasi sempre è nato prima il beat, ho subito pensato che fosse una cosa molto “mood Willie Peyote”, infatti ero indeciso se scriverci qualcosa io o se mandarlo direttamente a lui; poi è arrivata la prima strofa così, quasi a caso, e insieme a lei il ritornello. La cosa mi gasava non poco e per la fotta che avevo nei giorni a seguire ho provato anche a scrivere una seconda strofa, ma non mi convinceva a pieno, pensavo che la prima strofa fosse una cannonata e che la seconda forse l’avevo scritta giusto per riempire un vuoto. Sono una persona molto paranoica e ci ho messo un po’ prima di chiedere a Willie il feat, avevo paura non avesse tempo e invece…

12. Tranquillo feat. Irol
Immancabile un feat con Irol, con il quale collaboro da piu’ di 5 anni. Il beat è stato prodotto con Sound Design, ho registrato il rumore di alcuni oggetti che avevo in casa/studio e ci ho creato una ritmica, poi ho aggiunto due suoni campionati e un rhodes che accompagna il tutto. Gli scratch sono miei ed ho usato parti della mia vocal e parti di un vecchio disco di scratch sample.

13. Non Mi Va Di Cambiare feat. Fadamat
Come in “Suoni compressi”, anche in questo pezzo c’era una prima strofa che mi gasava, il ritornello anche, ma la seconda strofa non mi convinceva e ho sempre pensato che prima o poi l’avrei riscritta o avrei chiesto il feat a qualcuno per chiuderla. Il caso ha voluto che la sentisse Fadamat, un rapper storico di Rimini, gran maestro di realness; ci ha registrato sopra una strofetta bomba e stiamo progettando un video da girare il prima possibile.

14. Questa Notte
“Questa notte” è la traccia d’amore che ho sempre voluto scrivere, la traccia che parla dei miei insuccessi con le donne, le donne che sono diventate mie amiche, con cui ho dovuto fingere di non essere interessato per non rovinare quel poco che c’era. Volevo parlare della malattia dell’amore che ci contagia abitualmente.

15. Vedo Il Mondo Bruciare
Come da titolo, “Vedo il mondo bruciare” è quello che vedo quando penso all’arte e a che fine sta facendo, vedo le persone dar fuoco alla propria anima pur di attirare attenzione, vedo tanta energia, tanto fumo e poca sostanza. Il mondo di oggi brucia senza un senso logico, brucia per noia.

Dieci anni di sacrifici e di collaborazioni, per finire a produrmi un disco da solo, senza l’aiuto ne il supporto di nessuno se non di quei pochi broders della Kali Black, la mia crew.