A dieci anni di distanza dal suo esordio discografico, Marracash pubblica il suo primo e omonimo album in una nuova veste. Infatti, in attesa del suo nuovo lavoro, da oggi è possibile prenotare le due versioni di “Marracash – 10 anni dopo” in uscita il 22 giugno 2018:

«MARRACASH torna nei negozi il 22 giugno in doppio cd e super deluxe box con inediti, rarità e alcuni brani cult registrati nuovamente per l’occasione, mai pubblicati ufficialmente prima d’ora»

Marracash”, il disco prodotto dall’etichetta Willy L’Orbo di J-Ax e Grido uscito per Universal Music Group, si è imposto nell’industria musicale quando il rap cercava di risalire dopo il crollo della golden age. È stato la genesi di un artista che fino ad allora si era proposto al grande pubblico solo con delle collaborazioni, nel 2004 in “PMC VS Club Dogo – The Official Mixtape” e nel 2005 in “Roccia Music”, il mixtape da lui presentato in cui sono presenti “Popolare”, “Chiedi alla polvere” e “La mia prigione”, tre brani che poi sono stati inseriti in “Marracash” (i primi due nella versione standard e il terzo nella Golden Edition). È la prima prova della “sofisticata ignoranza” da lui tanto decantata, quella che gli permette di essere crudo usando le figure retoriche della letteratura italiana. Con “Marracash” l’artista ha raccontato la sua estrazione sociale e il suo quartiere, ha realizzato degli storytelling con il linguaggio di strada e ha rappresentato tante persone che si sono riviste nelle sue rime.

Dopo un decennio fatto di grandi successi e diversi cambiamenti, è arrivata l’ora di ricordare quel disco che ha suscitato l’interesse di molti ascoltatori e che gli ha permesso di essere un esponente di riferimento nella scena hip hop italiana.