Leggi il Testo Due Su Due Articolo 31. “Due Su Due” è una canzone di Articolo 31 (J-Ax e Dj Jad) estratta dall’album “Domani smetto” (2002). Due Su Due Lyrics

Testo Due Su Due Articolo 31

Ah Ah! Yeah Yeah! Oh Oh! Io non so cosa pensavi quelle notti con papà

Ma grazie mamma, ne hai fatti due su due

In famiglia eri il primo nato Il bambino aspettato, coccolato E a tratti persino viziato Coccolato e pacchi su pacchi di ricchi Natali Parenti sorridenti intenti a lasciare regali E poi arriva il piccolo scassando ogni giocattolo Diventa lui la star mettendo te in un angolo E la cagnara incombe, fanfara e trombe Lui mangia, caga e piange

A te le colpe per tutto ciò che rompe

Con quel sorriso a quattro denti, farabutto Già dicevo tutto Dormo da angioletto e poi di notte non sto zitto Botte dal soffitto Mami e papi svegli fino a prima mattina Negli occhi lo stesso svarione di sette anni prima Ogni vicina sentiva e diceva “Che sfiga!” Mamma coglieva la sfida Con noi rideva e capiva Che la congrega prendeva una nuova piega Non ci si credeva

Al bordello che già si faceva

La casa a ferro e fuoco nel gioco di litigare
Cane e gatto ma lo steso modo di camminare

Io non so cosa pensavi quelle notti con papà Ma grazie mamma, ne hai fatti due su due (due su due) Che comunque vada mio fratello ci sarà

Grazie mamma, grazie pà

Urlare a squarciagola, fantasmi sotto le lenzuola “Bambini non fate casino, domani c’è scuola!” Ma mamma non c’è verso di fermare i Ghostbusters La cameretta è l’Universo e noi siamo i Masters! Là fuori siamo soli ma non lo diamo a vedere Abbiamo il vestito più strano di tutto il quartiere Gli zarri che ridevano in cortile ma era stile!

Ricordi come si giravano le ragazzine?

Quando si girava in coppia la stiloseria era doppia, l’andatura zoppa E un’armatura dava forza per affrontare ogni sventura con la stessa frase in bocca: “Questo è mio fratello, bello, sarà dura per chi me lo tocca!” Abbiamo il Codice dei Cavalieri, non vedi? Piuttosto scleri ma ci trovi sempre sinceri milady Per la città sfidando il proprio futuro

Uno lo cantava sicuro, l’altro lo scriveva su ogni muro

E la mia rivoluzione partiva da la
Cane e gatto ma lo stesso sguardo di chi non ci sta

Io non so cosa pensavi quelle notti con papà Ma grazie mamma, ne hai fatti due su due (due su due) Che comunque vada mio fratello ci sarà

Grazie mamma, grazie pà

Lo sai che ora la si vive così ancora e funziona Si è smesso di bigiare solo perché non si va più a scuola Un po’ più pigri di allora Ma le energie sono le stesse Non più una famiglia sola Adesso in più c’è l’SF Ci si protegge come sempre nelle lotte Eternamente adolescenti meno che nei boxer Insieme per vedere capovolto questo mondo Per Rollarsi la vita e fumarla fino in fondo Girotondo, un altro tiro e sono cionco Ma calpesteremo l’uva fino a quando il vino è pronto E in piedi a picchiare i bicchieri con le posate Salute a mio frate, brindate a due vite mai separate Lite dopo lite e partite finite a mazzate Quando non c’era grano passavamo a Milano l’estate Era uno spasso lo stesso se la memoria non mi inganna

E successo o non successo la gloria va a mamma

C’hai messo al mondo, hai dato vita ad ogni sogno che ho
Una volta può essere fortuna, la seconda no

Io non so cosa pensavi quelle notti con papà Ma grazie mamma, ne hai fatti due su due (due su due) Che comunque vada mio fratello ci sarà

Grazie mamma, grazie pà

Testo Due Su Due Articolo 31