Il Salento è, notoriamente, una delle mete più gettonate quando si parla di turismo estivo. Per noi pugliesi, però, il Salento è stata anche la terra che ha dato vita al fenomeno Sud Sound System e, un po’ di anni dopo, ai Boomdabash. In più, quando volevi trovare qualche serata seria o qualche jam super infottata, dovevi spostarti giù necessariamente. Il Salento, però, ha partorito anche il lavoro protagonista di questa puntata di Diggin In The Web. Ho conosciuto Nuck, sbagliando puntualmente il suo nome (amici uniti dallo stesso destino), tre anni fa al Salento Fun Park di Mesagne in occasione della mia apertura al live di Hyst. Il ragazzo ha messo insieme una bella crew, la Bulletproof Squad, riunita su questo BLTPRF.

Il progetto è ben prodotto e ben rappato: il livello è davvero altissimo. Quasi tutti i pezzi sono dei banger da pomparsi durante gli allenamenti per gasarsi troppo ed è difficile dire qual è il brano migliore. Tutti i rapper filano davvero lisci come l’olio e BLTPRF non è la solita compilation che, dopo 5 minuti, ti spacca le palle. Viviamo in un periodo storico difficile, a mio avviso, per la fruizione musicale. Vi faccio un esempio: io, oggi, a meno di casi rari, non riesco più a farmi piacere dischi dal gusto boom bap. Perché? Perché è il 2018? Perché non voglio sentirmi vecchio? Non lo so. Forse sono “al passo coi tempi” e ascoltare un album figlio delle influenze dei 90 non fa più per me. BLTPRF è la giusta sintesi di rap alla vecchia maniera e produzioni all’avanguardia. Perché oggi, in questa accozzaglia di gente che fa più o meno male quella cosa che tanto ci piace oltre che spaccare, tocca dare, ancora di più, un tocco di personalità per emergere.