Testo di Sei acqua di Venerus e Calibro 35.

Per ascoltare il testo di Sei acqua di Venerus e Calibro 35 o acquistare il disco clicca qui.

Non conta ciò che fai basta non far rumore
Ho costruito un porto dove la città muore..
Non conta dove vai basta che guardi fuori
Ho scritto una canzone da dare ai nostri cuori..
E non importa se abbiamo finto di esser grandi,
perché una storia senza inizio non c’è..

Quando ho preso casa dietro via del fico,
un vecchio pianoforte che ci è stato amico..
Abbiam raccolto un angelo in piazza San Pietro
che aveva un’ala rotta e l’anima di vetro
Ed ogni volta che ci immaginiamo più vicini
io quasi sento il tuo respiro su di me..

Tu non mi baci mai se non lo faccio io
Scappi un po’ dal tuo umore se vuoi ti presto il mio
Se questo non è amore di certo ci somiglia..
Perché pensiamo troppo ma il cuore non si sbaglia..
Ed ogni volta che rivedo in foto la tua bocca,
io sogno di esser gocce d’acqua per te..

Di infiniti rumori con gli occhi tu resti, nasconditi, ancor più dolce..
chilometri e chilometri a disperdere e disperdersi
perdersi e disperdersi, trovarsi e ritrovarsi
volersi sentire nudi.. volersi trovare insieme, pelle su pelle
su labbra su pelle..
Mentre gli occhi si inseguono, mentre gli occhi respirano
ascoltare ascoltarsi ascoltarci: scomparire
partecipando ai concerti più remoti del mondo, che non è terra ma universo..
Cercando conforto, memoria di affetto e le forme che ti compongono.

Ho solo un po’ di timore che non ti basto io,
che parlo ancora al cielo anche se ho perso Dio..

Correlato:

  • Scopri le ultime uscite del rap italiano e internazionale cliccando qui.

L'articolo Venerus, Calibro 35 – Sei acqua (testo) proviene da Rapologia.it.