Dal 30 ottobre 2020 è disponibile Riot, album che segna il ritorno in scena di Izi dopo il successo di Aletheia.

Riot è una raccolta di tredici tracce, pensieri e idee che non sembrano far parte di nessun concept specifico. Ciò che ha spinto Diego Gelmini ha realizzare questo disco è semplicemente la necessità di esprimersi.

La parola chiave del disco è RIOT, non intenso nel senso di “rivolta violenta”, ma bensì di “linguaggio di chi non viene ascoltato. Quello che emerge dall’ascolto di questi brani, è la difficoltà di Izi nel ritrovarsi nella società in cui abita, caratterizzata da superficialità estrema e dedita al consumismo più infimo.
L’urlo è rivolto contro “le cose più grandi di noi”, che troppo spesso crediamo siano impossibili da cambiare.

Come detto poco fa, questo disco non è una chiamata alla rivolta violenta, ma bensì un invito a confrontarsi con la realtà, a continuare a porsi dubbi e ad avere fame di curiosità.

Questo album di Izi è ricco di collaborazioni con grandi nomi, sia dal lato delle produzioni, che dal lato dei featuring (sia nazionali che internazionali).
I nomi che balzano subito all’occhio sono sicuramente quelli di Sick Luke, Guè Pequeno, Fabri Fibra, Gemitaiz, Madman, Nayt, Dargen D’Amico, Elettra Lamborghini, Benny Benassi, Federica Abbate, Disme, Vaz , Maestro, Leon Faun, Guesan, Piccolo G, David Ice, Duffy, Marco Zangirolami, e molti altri.

Buon ascolto a tutti!

Riot Copertina
Copertina di Riot, album di Izi