“Nel periodo in cui ho convissuto con la mia ex ragazza, quando andavamo al supermercato lei non sbagliava un colpo e faceva la spesa per la settimana con la stessa precisione con cui l’avrebbe fatta mia mamma. Una mattina mi disse che le piaceva fare questa cosa con me, che era un momento della settimana che aspettava e che si divertiva a farlo assieme ed anche se era una cosa che odiavo fare, in fondo piaceva un po’ anche a me. Quando ho scritto “Floppino”, mi ero lasciato da poco con lei ed ero chiuso in studio praticamente da una settimana, avevo solo la base del pezzo e sono uscito per recuperare qualcosa da mangiare. Nell’entrare al super, mi sono trovato davanti al dubbio e all’insicurezza che in quei mesi di convivenza erano stati appianati dalla presenza di lei… mi sono sentito veramente solo (di nuovo) e mi sono venute in mente queste parole “faccio la spesa a caso senza pensarci troppo su, poi torno a casa e manca ancora tutto e mi manchi pure tu”. Sono entrato, ho comprato un tramezzino, sono uscito e sono andato a scrivere il resto del pezzo. Il video di “Floppino” racconta in immagini la sensazione che ho provato quel giorno, quella che provi quando ti ritrovi in una strada affollata, ma ti senti comunque da solo” – Frah Quintale

 Estratto dall’album Regardez Moi, il video di “Floppino” è stato girato a Milano a dicembre da Federico Cangiagnello e Pietro Comini di Cinqueesei.

Non perderti l’intervista che abbiamo realizzato con Frah Quintale in occasione dell’uscita del progetto e seguilo nel suo lunghissimo live tour.