Lo scorso 10 gennaio 2020 Silent Bob e Sick Budd hanno pubblicato il loro primo progetto insieme: l’album Piano B.

Fin dalla prima traccia creata insieme, tra me e Silent Bob c’è stata grande sinergia. Complice un’affinità di ascolti e la consapevolezza raggiunta dopo la realizzazione del primo EP, non è stato difficile sperimentare alla ricerca della direzione giusta per il nostro primo album.
Il disco e nessuna delle sue tracce sono stati realizzati a tavolino, c’è stato un continuo scambio di idee e spunti di riflessioni che hanno portato anche a una sovraproduzione di materiale tra il quale abbiamo poi selezionato le tracce più significative. Ci siamo concessi circa 1 anno di lavoro tra composizione/scrittura e post-produzione e il risultato è un progetto coeso, ma in cui allo stesso tempo è facile percepire cambiamento e crescita. Piano B non è la fotografia di un punto di partenza, ma un album dei nostri primi passi nella definizione di un marchio.

Ha dichiarato lo stesso Sick Budd. I singoli che hanno anticipato Piano B sono stati svariati, tra cui: Hooligans, Bella vita e Paranoia lover; brani ai quali hanno partecipato Massimo Pericolo & Crookers, Il Profeta, Warez e Dium.

La facilità con cui io e Sick Budd nutriamo l’altrui creatività ha fatto sì che uno dei principali obiettivi fosse rimanere fedeli ai nostri gusti andando sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo e quanto più inesplorato possibile. Non ci serve un’alternativa a un lavoro d’ufficio: nasciamo artisti. L’opzione più semplice sarebbe stata piegarsi al trend, ma abbiamo preferito escogitare un piano b: fare musica di cuore.

Silent Bob.