MF DOOM ha ristampato Operation Doomsday per festeggiare i suoi vent’anni.

Nel gennaio del 1999 veniva pubblicato Operation Doomsday, per Fondle ‘Em Records, primo album di MF Doom. Lo stesso artista, per festeggiare l’anniversario della sua opera, ha deciso di rilasciare duemila copie dell’LP in tiratura limitata.

Il rapper ha annunciato la ristampa attraverso i suoi social:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

20th Anniversary. 2000 copies only. gasdrawls.com.

Un post condiviso da MF DOOM. ALL CAPS. (@mfdoom) in data:

Riscopriamo Operation Doomsday, primo disco solista del rapper mascherato.

Il progetto rappresentò, ai tempi, una vera rinascita per l’artista che veniva da una situazione di povertà e abbandono, dovuta alla perdita del fratello e ad alcune diatribe con la casa discografica, che lo portarono a vagabondare per anni. Il disco rappresenta tutto ciò che caratterizza e rende indistinguibile DOOM: un uso spropositato di sample nei suoi beat, testi che trovano nella tecnica e in immagini stravaganti il loro punto di forza, un mixaggio poco preciso. L’album è il primo passo di un’estenuante crociata, da parte di Metal Face, contro l’industria discografica, colpevole di averlo plagiato ai tempi dei KMD. Inoltre, il fantomatico rapper mascherato è stato fonte d’ispirazione per molti dei giovani artisti che oggi sono punti di riferimento della scena rap d’oltreoceano e nostrana.

In Operation: Doomsday possiamo trovare alcuni dei brani più apprezzati dell’artista: Doomsday, Rhymes like dimes… brani in cui ci si rende conto dell’importanza lirica di Metal Fingers e della sua unicità. Il disco, dopo diverse ristampe (degna di nota quella per il dodicesimo anniversario, in tiratura limitata contente un secondo disco con le strumentali di tutti i brani) e diversi sold out, viene considerato da molti ascoltatori un oggetto per collezionisti.

Operation Doomsday è disponibile su spotify: buon Ascolto!

L'articolo MF Doom: Operation Doomsday compie vent’anni proviene da Rapologia.it.