“You must be the lord, but here come the king”, diceva Snoop Dogg. Qualche tempo dopo, Eminem ha risposto: “Be a king? Think not, why be a king when you can be a God?”. “Jesus is King” grida ancora la copertina dell’ultimo album di Kanye “Yeezus” West.

“Marra is King” affermiamo invece noi e no, non abbiamo sbagliato a scrivere. Persona, il nuovo disco di Marracash, ad una sola settimana dalla sua uscita ha superato Jesus Is King di Kanye West in termini di consultazioni su Genius.com, trasformandosi nell’album più ricercato al mondo.

Marracash Persona recensione

È stato lo stesso artista della Barona, attraverso una storia di Instagram, a dare la notizia. Notizia che può suscitare non poche riflessioni sia sull’importanza che l’aspetto testuale di un brano continua a rivestire nel nostro panorama musicale, sia sull’impatto che uno dei messaggi contenuti nelle tracce di Marra possa avere rispetto a quello racchiuso nel progetto di Kanye.

Spieghiamoci meglio: si possono individuare due ragioni per cui i testi di un album in italiano siano stati più cliccati di quelli di uno in inglese, a dimostrazione che l’interesse che gli ascoltatori nutrono vada oltre la musicalità.

Innanzitutto, un testo scritto in una lingua così parlata come l’inglese dovrebbe generare di per sé più consultazioni per comprenderlo a livello letterale rispetto ad uno in una lingua meno diffusa come la nostra. E quindi, di conseguenza, un maggior numero di click per accedere a testi italiani mostra non tanto la volontà di capirne le parole pronunciate a tempo su un beat, quanto la voglia di scoprire cosa dietro queste parole si celi.

È bene ricordare, infatti, che la forza di Genius.com non stia nella semplice trascrizione dei testi, ma nei riferimenti che vanno al di là dei testi stessi e permettono, in questo modo, di capire meglio l’elaborato nella sua completezza. A questo si connette il discorso sul messaggio che questi testi trasmettono e che viene ricercato dagli ascoltatori.

Il sorpasso di Marracash su Kanye, riflettendo sui contenuti dei loro lavori, si può infatti leggere in termini filosofici.

Una prima lettura può essere quella dell’affermazione della realtà nel soggetto su quella dettata dai dogmi, e forse questo punto di vista è uno specchio dei testi dei due album che sono il cuore del sito da cui proviene questa classifica. Un’altra lettura molto più semplice riguarda le enormi aspettative soddisfatte da un disco solido ed esaltante sotto molti punti di vista.

Certo, bisogna ribadire che di gente che al mondo parla italiano ce ne sia poca rispetto a quella che mastica l’inglese, e presto il primato finirà nelle mani di Yeezus, ma questa prima posizione racconta molto.

Forse proclamare se stessi in modo genuino e mettersi a nudo vince sul considerarsi un Dio. Ed è per questo che Marracash è il vero King del Rap, come già lui stesso profetizzava. Ed è per aver reso tutto ciò con genialità nei suoi testi che è come se gli ascoltatori, con le loro ricerche, lo stiano considerando un genio o, sarebbe proprio il caso di dire, un “Genius”.

Sorry Kanye, sarà per la prossima volta.