MICROMALA (ph Lara Bordoni)Foto di Lara Bordoni

Nex Cassel, Gionni Grano e Gionni Gioielli sono gli esponenti della crew Micromala, gruppo che nel 2008 ha pubblicato un disco che è considerato un classico del genere. Stiamo parlando di “Colpo Grosso” di cui l’anno scorso era previsto il vinile per il 10° anniversario, pubblicazione di cui si era poi persa traccia. Adesso sembrano esserci delle grosse novità e noi di RapBurger abbiamo avuto la possibilità di intervistarli per sapere di più a proposito di quello che è successo e per conoscere anche qualcosa dei loro futuri progetti.

RapBurger) Allora prima di affrontare il discorso principale che ci porta a questa intervista vorremmo sapere come vanno le cose visto che sia Nex che Gioielli avete presentato dei lavori quest’anno. E soprattutto se avete qualcosa in serbo tutti e tre insieme.

Gionni Gioielli) Io negli ultimi mesi ho fatto uscire tre dischi ed un altro uscirà tra un paio di settimane. È una cosa che è nata dal nulla, ho fatto uscire un disco a caso ricevendo però dei feedback importanti e questo mi ha spinto a mettere in piedi il progetto MRGA in cui mi occupo di produrre anche per altri rapper oltre che rappare. Sono andato a seguire la nuova wave che da un paio d’anni ha preso piede in America ovvero del ritorno alle origini con la rivisitazione in chiave moderna del suono più grimey degli anni 90 abbinato ad un rap senza fronzoli riportato all’essenziale. Il tutto è in netta contrapposizione col panorama più mainstream sia italiano che americano. Ma come con Colpo Grosso siamo stati tra i primi ad usare certe sonorità, ora con questi progetti (sia MRGA che LO VE) siamo nuovamente i primi a proporre queste robe che stanno spingendo ora in America.
Nex Cassel) Io quest’anno ho fatto uscire LO VE assieme ad Egreen, di cui ho curato anche la produzione ed il mixaggio. È stato divertente curare un intero progetto incentrato puramente sul Rap e sul Boombap, ci siamo divertiti molto anche a portarlo live. Inoltre è stato un successo underground, i vinili sono andati sold out dopo 4 giorni di pre-order e ora c’è gente che se lo rivende a 200€. Ora ho un nuovo progetto in lavorazione, ma non svelo nulla. Per quanto riguarda Micromala collaboriamo sempre tra di noi ma per ora non abbiamo nulla in cantiere tutti e tre assieme.

Micromala come nasce?

Gionni Grano) Micromala nasce un paio d’anni dopo Adriacosta. Inizialmente solo con Nex e Gioielli. Ti racconto un aneddoto di come ho conosciuto gli altri: una mattina, in un parchetto dove ero andato a marinare la scuola, arriva Nex con altri fioi (ragazzi ndr), iniziano a fumare lì con noi e subito ci insultiamo del tipo “uomo la tua erba fa schifo”, “senti qua la mia” e via dicendo… Praticamente ci stavamo sul cazzo a vicenda, due teste calde. Mezz’ora dopo arriva Gioielli e il beef continua. Fatto sta che quel giorno è partito tutto, era il 1999. Sti cazzi!

MICROMALA COLPO GROSSO VINILE

Colpo Grosso uscì 11 anni fa. Per chi ai tempi magari era piccolo e quindi non conosce questo disco, come glielo descrivereste?

Nex Cassel) Colpo Grosso è un piccolo classico, un tassello fondamentale di quella wave che si è emancipata rispetto all’old school italiana, sempre con rispetto, ma dovevamo creare la nostra cosa, la generazione era quella di Club Dogo, Truceklan, Inoki, Southfam, Co’ Sang ecc. Noi abbiamo fatto il nostro spalancano porte che prima erano chiuse.
Gionni Grano) Altro aneddoto… Nex era ai domiciliari per cui le parti mie e di Gioielli le abbiamo scritte e reccate assieme in studio mentre le sue arrivavano random in qualche modo perché “in teoria” non potevamo comunicare tra di noi, mentre Nex registrava le sue parti e mixava il disco a casa sua. Nonostante il caos globale di quel periodo siamo riusciti a dropparlo in 3/4 mesi. Ero talmente in fuoco che appena chiuso Colpo Grosso ho iniziato a scrivere Pura Vita, il mio primo disco solista, che sarebbe uscito qualche mese dopo.

11 anni sono tanti. Avete avuto la possibilità di vedere la scena cambiare, sia per l’esplosione del fenomeno rap e derivati, sia per la variazione del sound. Cosa pensate di questi cambiamenti e come vi siete trovati a doverli affrontare?

Gionni Gioielli) Il rap rispetto a 11 anni fa ha invaso i club. Si è imbastardito con altri generi musicali per creare delle hit più ballabili ed è andato a finire nelle piste dei locali frequentati dal “Giovane Italiano Medio”. Quindi il ragazzo che dieci anni fa andava in discoteca e sentiva la house ora va in discoteca e sente “il rap”, o qualcosa che ci somiglia. Poi la tecnologia, i programmi di semplice utilizzo, i tutorial, il livello del rap sempre meno elaborato ha portato al “posso farlo anch’io”. Oltre a questo che sta più a livello di massa, sono cambiati i tempi, coi social media i giovani e giovanissimi hanno un potere d’acquisto totalmente differente a quello che avevano negli anni 90 ed inizio duemila quindi quello che piace a loro è importante per chi vende. Ed un altro fatto importantissimo sono gli addetti ai lavori. Mentre quindici anni fa un rapper arrivava in un’etichetta discografica nudo e crudo senza potere, senza pubblico e senza conoscenze e si metteva a parlare con persone che non avevano la più pallida idea di cosa stesse facendo. Ora ci sono manager, produttori ed altri centomila personaggi che non si capisce bene cosa facciano che però vengono dall’ambiente del rap perché lo hanno bazzicato in gioventù e conoscono magari di persona gli artisti più “anziani” da vent’anni. Questi personaggi hanno un’importanza centrale nel mercato discografico di oggi perché mettono in collegamento il vecchio capo dell’etichetta che non sa nulla di rap con una generazione di artisti ventenni. Questo sono le 3 cose che sono cambiate e sono dei cambiamenti enormi che hanno portato a far sì che il rapper del momento che nel 2008 riempiva un locale da mille persone ed era un megasuccesso per lui ora fa tour sold out nei palazzetti.
Nex Cassel) A livello di sound la musica cambia, sempre, e che piaccia o meno è una questione di gusti. In questo disco noi avevamo le sonorità che all’epoca erano le più fresche: lo stile Dipset, D-Block quello South e qualcosa alla Scott Storch, per cui non siamo assolutamente contrari alla novità di per sé, a me non piace questo eccesso di autotune e le derive pop non mi piacciono né ora né prima. Dal punto di vista dell’esposizione, dei soldi e del business in generale è veramente cambiato tutto e se ora realmente un giovane può tranquillamente pensare a fare una carriera e dei soldi, alla nostra epoca non era così, perché lo spazio per questo era pochissimo e la maggior parte di noi non ci pensava più di tanto.

L’anno scorso doveva uscire il vinile per il 10° anniversario del disco. La cosa poi però è scomparsa dai radar. Cos’è successo?

Nex Cassel) Il 2018 era il decennale del disco e quindi volevamo celebrarlo nella maniera migliore stampandolo per la prima volta in vinile e facendo una Reunion per una data live e due in-store. Ci siamo rivolti ad un’azienda italiana per realizzare 300 copie. Purtroppo per motivi a noi oscuri questa azienda non ci ha consegnato i dischi e ha smesso di risponderci alle mail facendosi viva 20 giorni dopo, questa situazione ha portato ad un taglio dei rapporti e all’abbandono del progetto. Se non che, qualche mese dopo, il nostro disco si poteva trovare in vendita in un paio di bancarelle ad un paio di fiere del disco rispettivamente ad 80 e 100€, ovviamente lo abbiamo saputo subito, e abbiamo acquistato una di queste copie e contattato la stamperia intimandogli di consegnarci tutte le copie ed il master. Una brutta storia, soprattutto per chi ama il mondo del vinile, specialmente per quanto riguarda le serie limitate, perché queste stamperie possono realizzare delle copie pirata senza molti problemi, ma nel nostro caso le copie erano tutte pirata. Quindi attenzione, non acquistate copie di questo disco che non siano autografate e numerate da noi, visto che le abbiamo autografate e numerate tutte.

Ora finalmente siete riusciti ad entrare in possesso di questi vinili. Dove sarà disponibile acquistarli e ci saranno dei bundle speciali?

Nex Cassel) Si potranno acquistare su www.adriacosta.it o inviando una mail a shopmicromala@gmail.com non faremo bundle speciali perché nel precedente pre-order avevamo realizzato magliette a tiratura limitata e una birra dedicata in 50 unità, ma ora che abbiamo recuperato i dischi vogliamo renderli subito disponibili senza ulteriore attesa. Chi aveva già effettuato il precedente pre-order avrà uno sconto speciale. In più il vinile si potrà acquistare anche su Amazon usufruendo del servizio 18app.

DSC01582

The post Micromala: 11 anni di Colpo Grosso e casini (risolti) coi vinili appeared first on RapBurger.