Archiviata l’esperienza Bushwaka e ripreso con spinta il percorso solista che lo ha portato a raccogliere una serie di video-freestyle nella raccolta Genkidama (2017), nel corso del 2018 Samuel Heron si è distinto nel featuring con Il Pagante nel brano Dress Code e con il singolo Napapijri prodotto da Sick Luke.
Il classe ‘91 originario di La Spezia, da venerdì 17 maggio 2019, è fuori con il disco ufficiale Triste. Il progetto è un concept album che si sviluppa in controtendenza rispetto alla continua ostentazione del bello, positivo e felice, dettata soprattutto dai social network. Un invito a liberarci da inutili fardelli e a svelare la nostra essenza perché si può essere anche tristi.

All’interno del lavoro collaborazioni importanti come quella con Lo Stato Sociale in Londra con il ritornello cantato da Ludovico Guenzi, Tony Effe sulla traccia Papi Chulo, gli scratch di DJ TY1 in Gang Gang (Prima) sulle voci dei Sangue Misto e in Napapijiri ci sono Wayne Santana e Pyrex.
Le produzioni sono state affidate al team di lavoro Itaca, in cui figura il duo Merk & Kremont, oltre che a Pankees e al già menzionato Sick Luke. Fil rouge dell’intero progetto è proprio la ricerca musicale, mai scontata e imprevedibile, non dettata necessariamente dalla moda del momento.

Triste – dichiara Samuel – è un grido sentito e fortemente voluto nei confronti di una società che ci impone di essere sempre felici e al top. Attraverso questo disco mi sono messo per la prima volta veramente a nudo, liberandomi dai pensieri e dalle maschere, mostrando anche il lato più fragile e malinconico della mia personalità. Non sono una persona (solo) Triste, eppure, l’esigenza di essere anche questo, si è fatta in me così forte da spingermi a metterlo in bella mostra con il mezzo comunicativo a mia disposizione più potente: la mia musica, il titolo del mio primo album. I canoni imposti dai nuovi mezzi di comunicazione, dei social in primis, ci costringono implicitamente a mostrarci sempre e solo circondati da good vibes, non è cool mettere in mostra il lato più debole e delicato delle nostre anime, quando in realtà è dai momenti più drammatici delle nostre vite che traiamo i migliori insegnamenti e riceviamo l’opportunità di riconoscere e far emergere tutta la nostra forza, tutto il nostro talento. Il lato più vero di ognuno di noi si nasconde proprio lì, non va nascosto ma mostrato, vissuto”.

Dal 19 maggio Samuel Heron sarà impegnato nel Triste Instore Tour che lo vedrà protagonista nelle principali città italiane per l’atteso incontro con i fan. A partire dal mese di giugno arriveranno anche le date dei live show.

19 Maggio Varese – ore 14.00 @ Varese Dischi

Milano – ore 17.00 @ Mondadori Megastore, Via Marghera 28

20 Maggio
Torino – ore 17.00 @ Mondadori Bookstore, Via Monte di Pietà

21 Maggio
Genova – ore 17.00 @ Mondadori Bookstore, via xx Settembre27/r

22 Maggio Lucca – ore 14.00 @ Sky Stone and Songs, Piazza Napoleone

Firenze – ore 17.30 @ Galleria del disco

23 Maggio
Roma – ore 14.00 @ Discoteca Laziale